You are here

Mission

Identifichiamo la nostra missione nel compito di comprendere e migliorare il rapporto tra religione e innovazione.

Ci proponiamo anzitutto di studiare criticamente la relazione tra religione e innovazione da tre punti di vista.

In primo luogo cerchiamo di comprendere come si produce innovazione all’interno delle comunità religiose, in particolare attraverso l’interpretazione dei testi, la teorizzazione, la trasmissione e la reinvenzione delle tradizioni e i mutamenti istituzionali.Definiamo questa dimensione dell’innovazione interna alle religioni “innovazione nella religione” (innovation in religion).

In secondo luogo studiamo il contributo della religione all’innovazione culturale, sociale, politica, economica, scientifica e istituzionale. Definiamo questa dimensione “religione nell’innovazione” (religion in innovation).

Infine, ci proponiamo di studiare la componente fideistica dell’innovazione, e dunque l’innovazione come fede, mito, credenza. Intendiamo in tal senso essere una voce critica all’interno di FBK sull’uso della retorica dell’innovazione e contribuire a una definizione di innovazione positiva e sana. Definiamo questa dimensione “religione dell’innovazione” (religion of innovation).

Rispetto alle tre dimensioni dell’“innovazione nella religione”, della “religione nell’innovazione” e della “religione dell’innovazione” intendiamo proporre non soltanto un contributo analitico e interpretativo, ma anche un contributo propositivo e sperimentale teso a migliorare il rapporto tra religione e innovazione.

Questa missione è in continuità con la storia quarantennale del nostro Centro di ricerca e con la storia religiosa e civile di Trento, città del Concilio. Lo studio del cambiamento, il giudizio sul cambiamento giusto o sbagliato, le scelte sul cambiare o meno, gli esperimenti di innovazione, i mutamenti interni alla comunità religiosa e nella società civile sono al cuore della piccola storia di ISR e della grande storia di Trento e del suo Concilio.