Il senso impervio: vette e abissi dell'interpretazione estrema

30 Novembre 2022 — 03 Dicembre 2022

FBK Aula Grande

Fondazione Bruno Kessler - Polo delle Scienze Umane e sociali
Aula Grande

FBK Aula Grande

Fondazione Bruno Kessler - Polo delle Scienze Umane e sociali
Aula Grande

Attorniati da vette, circondati dai passi e dalle parole di chi le ha sfidate, ma anche dalla memoria di antichi conflitti che in Trento trovarono un tentativo di conciliazione, studiosi e studiose, insieme con interpreti diversi dell’estremo, dall’arrampicata al virtuosismo musicale, s’interrogheranno su come cambi il senso quando si spinge verso le vette, i poli, le frontiere estremi, e su come le società e le culture abbiano immaginato l’esperienza e la scrittura del senso impervio.

 

PROGRAMMA

Giorno 1 – 30/11/22
presso Fondazione Bruno Kessler, Via Santa Croce 77, Trento

14:00 Apertura conferenza

OLTRE E OLTRAGGI
modera Massimo Leone
14:30 Virtù e pericoli della forza ermeneutica – Ugo VOLLI
15:00 La banalizzazione dell’estremo – Valentina PISANTY
15:30 Senso e interpretazione radicale – Luigi PERISSINOTTO
16:00 Discussione
16:30 Pausa

ACUMI, ACUTI E ACULEI
modera Sara Hejazi
17:00 Guerre e violenza: quando a torturare è una donna – Cristina DEMARIA
17:30 La metafora: dai pensieri impervi ai sensi addomesticati – Elisabetta GOLA
18:00 L’interpretazione estrema in musica – Lucio SPAZIANTE
18:30 Discussione
19:00 Il suono impervio – Tim LINHART
19:30 Chiusura lavori


Giorno 201/12/2022
presso Fondazione Bruno Kessler, Via Santa Croce 77

ASSOLI E ASSURDI
modera Debora Tonelli
9:00 Interpretare il pardes: potenzialità e pericoli dell’ermeneutica ebraica – Massimo GIULIANI
9:30 Ragionare oltre l’estremo: che ne è dell’organizzazione delle nostre conoscenze e delle nostre parole se sopravvive un solo uomo? –  Costantino MARMO
10:00 Il lungo viaggio della chimera: un’immagine fra senso e non senso – Martina CORGNATI
10:30 Discussione
11:00 Pausa

CULMINI E COLMI
modera Alberto Romele
11:30 La luce come promessa di trascendenza: indagini pittoriche e fotografiche
– Maria Giulia DONDERO
12:00 Extreme Expressions of 20th Century Artistic Practices: Almost Nothing, Endless Repetitions, Transhuman Bodies
– Gerhard GLUEHER
12:30 La forma impervia: Trauma, opera d’arte, potere testimoniale
– Angela MENGONI
13:00 Disegnare l’invisibile? Passato e presente dei conflitti sulla raffigurabilità del divino
– Graziano LINGUA
13:30 Pausa

ECFRASI ED ESTASI
modera Boris Raehme
15:30 “Crisi della presenza” e sacro – Felice CIMATTI
16:00 Agli estremi della lingua della poesia – Marcello FRIXIONE
16: 30 Il Paradiso di Dante e l’esperienza estrema della visione di Dio – Stefano TRAINI
17:00 Discussione

SCENE E OSCENI
modera Lucia Galvagni
17:30 Estremi opposti? Monasteri e aziende, monaci e manager tra sovrapposizione e opposizione – Maria Chiara GIORDA e Sara HEJAZI
18:00 L’estremo nel discorso del marketing contemporaneo, dallo sport alla guerra – Piero POLIDORO
18:30 Divino e umano: La rappresentazione della figura di Gesù nel cinema e nella televisione contemporanei – Armando FUMAGALLI
19:00 Discussione
19:30 Chiusura lavori


Giorno 3, 02/12/2022
presso Fondazione Bruno Kessler, Via Santa Croce 77

VERTICI E VORTICI
modera Valeria Fabretti
9:00 Immanenza radicale: dalle tecnologie emergenti al futuro dei cardini della cultura occidentale – Simona CHIODO
9:30 Depicting AI: Or How (not) to Visualize the Invisible – Alberto ROMELE
10:00 The Limits of Charitable Interpretation – Boris RAEHME
10:30 Discussione
11:00 Pausa

LIMINI E LIMITI
modera Marco Ventura
11:30 Il verso estremo dell’habitus – Alberto AMBROSIO
12:00 Se l’interpretazione del religioso si fa intersezionale: Diversità e minoranze religiose nella topologia delle categorie sociali e giuridiche – Valeria FABRETTI e Ilaria VALENZI
13:00 Discussione
13:30 Pausa
15:30 Equilibri in bilico: Significati estremi di salute – Monica CONSOLANDI, Miriam FERRARO, Lucia GALVAGNI, Simona TACCANI


Presso Conservatorio F.A. Bonporti, Via San Giovanni Bosco 4, Trento
Entrata libera fino ad esaurimento posti.

OSTINATO
modera Paolo Costa
17:30 L’impensato: Antinomie, vette e abissi nelle vicende esistenziali di grandi interpreti – Margherita ANSELMI
18.00 Il suono del silenzio: L’architettura del silenzio; alle radici di un comune processo creativo – Massimo PRIORI
18:30 La Sonata op. 35 di Fryderik Chopin come ascesa verso la trascendenza. Introduzione ed esecuzione della sonata al pianoforte di Calogero DI LIBERTO
19:30 Chiusura lavori


Giorno 4, 03/12/2022
presso Fondazione Bruno Kessler, Via Santa Croce 77

CREDI E CRODE  in collaborazione con il Trento Film Festival
modera Paolo Costa
10:00 Perché è là? La montagna come rompicapo esistenziale – Sebastiano BEOZZO, Antonio G. BORTOLUZZI, Maurizio ZANOLLA alias MANOLO
12.00 Bridging the Gap – di Andrea Franceschini (2022) Proiezione cortometraggio
12:30 Chiusura lavori

 

Presso Cinema Modena, Viale Francesco d’Assisi 6, Trento
Prenotazioni e acquisto al seguente link https://www.cineworldtrento.it/alpenland/, al numero 0461.261819, o presso le casse del Cinema tutti i giorni dalle 16.30.

SENSI IMPERVI   in collaborazione con il Trento Film Festival
20.30 Alpenland di Robert Schabus (Austria, 2022)
22.00 Tavola rotonda – Paolo COSTA, Massimo LEONE e Beatrice ZOTT
22.30 Chiusura lavori

________________________________________________________________________________________________________

L’evento, in italiano, è pubblico e la partecipazione è gratuita previa registrazione fino al limite dei posti disponibili. È consigliato l’uso della mascherina.

Per chi non potrà essere presente le sessioni  del convegno che si svolgeranno nell’Aula grande di FBK verranno trasmesse anche sul canale YouTube di FBK ai link:

30 novembre – pomeriggio
1 dicembre – mattina
1 dicembre – pomeriggio
2 dicembre – mattina
2 dicembre – pomeriggio
3 dicembre – mattina

Registrazione

La registrazione a questo evento è richiesta.

Registrati

Contatti

Organizzatori

Avviso sulla privacy

Ai sensi e ai fini del Regolamento UE n. 2016/679 - Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) e come descritto nell'Informativa sulla privacy per i partecipanti all'evento di FBK, si informa che l'evento potrebbe essere registrato e divulgato sui canali istituzionali della Fondazione. Per non essere ripresi o registrati, si potrà sempre disattivare la webcam e/o silenziare il microfono durante eventi virtuali oppure informare anticipatamente lo staff FBK che organizza l'evento pubblico.