Qohelet e la logica dei doppi pensieri