C’è qualcosa di intrinsecamente sbagliato nel capitalismo? – Seminario internazionale

20 February 2017

C’è qualcosa di intrinsecamente sbagliato nel capitalismo? Questa domanda che sembrava ormai sparita dal dibattito pubblico è tornata prepotentemente alla ribalta dopo la crisi finanziaria del 2007-2008 e le proteste contro la globalizzazione e le disuguaglianze che ne sono seguite. Si è riaperta così la questione della critica dell’esistente, nella sua veste sia teoretica sia pratica. Ha senso criticare il mondo in cui viviamo? E, se sì, ha senso farlo nel nome di che cosa e in vista di che cosa?

Questi temi saranno al centro del convegno “Forms of Life and Capitalism: A One Day Workshop with Rahel Jaeggi”, che si terrà presso l’Aula di Presidenza del Dipartimento DUSIC dell’Università di Parma il 20 febbraio 2017, dalle 10.30 alle 18.00. All’evento parteciperà Paolo Costa, ricercatore del Centro per le Scienze Religiose di FBK, con una relazione dal titolo “Pluralism of Forms of Life and Critique”.

Rahel Jaeggi, professoressa di filosofia pratica alla Humboldt Universität di Berlino e alla New School for Social Research (New York), è una delle esponenti più interessanti della nuova teoria critica tedesca. L’obiettivo di suoi testi influenti come Kritik von Lebensformen (Frankfurt a.M. 2013), Alienazione (Roma 2015), Forme di vita e capitalismo (Torino 2016) è riaprire la discussione pubblica circa la ragionevolezza del capitalismo in quanto forma di vita.