Desideri in conflitto nella migrazione - Un articolo di Osvaldo Costantini

07 November 2017

Osvaldo Costantini, Associate Researcher presso il Centro per le Scienze Religiose, è impegnato nelle linee di ricerca sugli stili di vita e i conflitti. Nell’ambito di questo interesse il ricercatore si muove a cavallo tra le pubblicazioni scientifiche e gli interventi pubblici sulla stampa, soprattutto in relazione a quegli aspetti delle migrazioni maggiormente legati agli immaginari, ai desideri, e alle connesse frustrazioni e disillusioni che muovono le azioni di questi nuovi “dannati della terre”.

La pubblicazione nel numero di Ottobre della rivista Confronti di un suo articolo sulla categoria di desiderio “Guardare e non toccare, però desiderare” che connette periferie urbane dei paesi cosiddetti sviluppati e pacificati e aree geografiche segnate invece dalla miseria, dalla guerra e dallo sfruttamento economico.

Questo lavoro si propone di sviluppare la mission del Centro, ovvero di analizzare il rapporto tra religione e innovazione nelle sue diverse sfaccettature (sociale, politica, teologica, giuridica, scientifico-tecnologica). In questo articolo egli analizza il ruolo dell’immaginario nei contesti dove i diversi linguaggi religiosi giocano un ruolo nell’affrontare la dialettica tra desiderio e realtà, tra sogno e condizioni strutturali, innovando gli stili di vita, gli orizzonti di aspettative e le motivazioni alla mobilità geografica.